Pasqua in lockdown: scatti di una città in sospeso

Il rumore di una valigia che trascina i ricordi di una vita, il ferro del tram che rimbomba fra le pietre di una città vuota, il ticchettio dei passi veloci di chi vuol tornare presto a casa. Sono alcuni dei suoni svelati da una città italiana in lockdown per il periodo pasquale, come disposto dal decreto in vigore in tutta Italia per prevenire la diffusione del coronavirus. Non si sente più il rumore della città laboriosa e veloce che sovrasta il suono di sottofondo delle vie di tutti i giorni. Siamo a Milano, e la notte svela suoni e colori prima celati dalla movida in fermento.
Il silenzio, le strade così vuote; così emergono quegli aspetti che spesso si cerca di ignorare, come ad esempio la povertà.
Fra le vie ecco le fugavi luci di un tram: è la ricerca della velocità di un tempo adesso smarrita, ma soprattutto della tanto sognata normalità.

Il lockdown di Milano durante le festività pasquali

RIPRODUZIONE RISERVATA.

Autore dell'articolo: Fabio Pirracchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *