Non solo Covid: a Milano esperti a confronto sulle malattie infettive

Dopo Bologna che lo scorso anno, dal 13 al 16 dicembre, ha ospitato il XIX Congresso, quest’anno è la città di Milano ad accogliere il XX Congresso nazionale della S.I.M.I.T. (Società Italiana di infettive e Tropicali).
La S.I.M.I.T. è stata costituita nel 2001 con la fusione della S.I.S.M.I.P. (Società Italiana per lo Studio delle Malattie Infettive e Parassitarie), di natura universitaria fondata nel 1946, e della A.M.O.I. (Associazione Medici Ospedalieri Infettivologi), di natura ospedaliera fondata nel 1957. E’ stata l’Aula Magna dell’Università degli Studi milanese ad ospitare i convegnisti nella giornata inaugurale del 28 novembre; i lavori congressuali stanno proseguendo al Mi.Co. il Milano Convention Center di piazzale Carlo Magno: il programma è svolto in presenza con l’adozione delle misure di prevenzione, ma è prevista la possibilità di seguirlo via web in toto oppure in parte.  Il Congresso è stato preceduto da diverse assemblee regionali e da corsi pre-congressuali, tutti registrati e disponibili. Un particolare spazio per l’interazione tra i giovani infettivologi è previsto durante i lavori congressuali. Un tema importante è dedicato al Covid-19 con gli aspetti eziopatogenetici, epidemiologici, clinici, terapeutici, la prevenzione vaccinale, l’impatto della pandemia sulla organizzazione sanitaria e la necessità di una riorganizzazione della stessa. Altri temi previsti: le infezioni da HIV, le epatiti, la lotta alle infezioni da microrganismi multiresistenti ed il corretto governo delle terapie antimicrobiche, l’estensione dell’impiego delle vaccinazioni anche nelle persone adulte, le malattie emergenti incluse quelle tropicali, le infezioni trasmesse da vettori secondo gli obiettivi dell’ One Health.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore dell'articolo: Mimmo Pirracchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *