14 giugno: Give blood and keep the world beating

Il 14 giugno si festeggia la “Giornata mondiale del donatore di sangue”, proclamata dall’O.M.S. nel 2004 per ricordare la data di nascita del biologo austriaco Karl Landsteiner il quale, nel 1900, scoprì il sistema dei gruppi sanguigni e, assieme ad altri studiosi, il fattore Rh.Lo slogan scelto quest’anno è: “Give blood and keep the World beating”, cioè “Dona il sangue e mantieni il battito del mondo”.Sospesa lo scorso anno, quest’anno la giornata col suo ricco programma di iniziative si svolgerà, a causa ancora della pandemia da Covid-19, in streaming. Sarà la città di Roma ad essere “capitale mondiale dei donatori di sangue” con l’evento globale del “World Blood Donar Day” ed anche con tanti eventi organizzati dal ministero della Salute in collaborazione con il Centro Nazionale Sangue  e l’apporto delle Associazioni Avis, Fratres, Fidas e Croce RossaAlle 11 l’Avis, in “virtual booth” inaugurerà il “Villaggio dei donatori” dove si potranno raccogliere informazioni sulla donazione del sangue grazie agli stand virtuali delle associazioni dei donatori e delle varie istituzioni; il Colosseo, per l’occasione, dalle 21 alle 23 si colorerà di rosso.Le massime autorità istituzionali italiane, paese ospite della manifestazione, ed i vertici dell’O.M.S. e degli altri enti promotori faranno sentire la propria voce per “ricordare l’importanza della donazione di sangue volontaria e non remunerata” un gesto semplice e generoso. Sono previsti messaggi del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, del Papa Francesco e del direttore generale dell’O.M.S., Tedros Adhanom Ghebreyesus.Lo scorso anno in Italia i donatori sono stati 1.626.506 con un leggero calo del 3,4% rispetto al 2019, i nuovi donatori raggiungono la cifra di 355.174; l’intero sistema ha permesso di garantire oltre 5 trasfusioni al minuto ai pazienti. L’età media dei donatori tende a salire; si assiste ad un calo fra i donatori con età tra i 18 ed i 35 anni, mentre aumentano gli over 45.Le celebrazioni della “Giornata” continueranno il 15 giugno dalle 10,30 alle 16,30, sempre in streaming, con un Simposio scientifico sulla gestione dei donatori e della risorsa sangue e sulle insidie rappresentate dalla emergenza dovuta alla pandemia da Covid-19. 

RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore dell'articolo: Mimmo Pirracchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *