Da lunedì 12 aprile meno zone rosse: la nuova mappa dell’Italia

Da lunedì 12 aprile l’Italia avrà meno “zone rosse”. Passano, infatti, in “zona arancione” le Regioni Piemonte, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana e Calabria. Rimangono in “zona rossa” la Campania e la Puglia, come anche la Valle d’Aosta. La Sardegna, dopo essere stata a marzo in “zona bianca”, passa dalla “zona arancione” a “zona rossa” per un deciso aumento dell’indice Rt che ha raggiunto in poco tempo il valore di 1,54.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato le relative ordinanze che saranno valide per 15 giorni, pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale n. 86 del 10 aprile 2021. Ma alcune Regioni che si trovano in “zona arancione” presentano larghe “zone rosse” come la Toscana con l’area metropolitana di Firenze, la provincia di Prato, l’Empolese, il comprensorio del Cuoio ed alcuni comuni dell’Alta Valdelsa. Zone rosse anche nell’arancione Sicilia con l’area metropolitana di Palermo, alla quale si aggiungono pure Marsala (Trapani) e San Cataldo, grosso comune vicino al capoluogo provinciale Caltanissetta, anch’essa in “zona rossa”.

La nuova mappa dei colori delle regioni italiane aggiornata al 12 aprile 2021.

Intanto dal generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid, è stata firmata l’ordinanza n. 6/2021 con la quale si punta ad accelerare il piano vaccinale con la raccomandazione di utilizzare il vaccino AstraZeneca alle persone con età superiore a 60 anni e con l’indicazione, pure, di dare priorità agli over 80 ed ai soggetti fragili nelle vaccinazioni da effettuare presso i Centri vaccinali e, solo dopo, a quelli con età decrescente.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore dell'articolo: Mimmo Pirracchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *