Nuovo Decreto Covid: obbligo vaccino per gli operatori sanitari

Mentre le varie  Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano restano tutte ferme su “zona rossa”  o “zona arancione” fino al 30 aprile, l’ultimo decreto legge, approvato il 31 marzo scorso dal Consiglio dei Ministri ed in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, prevede all’articolo 4, tra le altre misure urgenti per iI contenimento dell’epidemia da Covid-19, l’obbligo della vaccinazione per gli esercenti le varie professioni sanitarie, gli operatori che svolgono attività presso le strutture sanitarie , sociosanitarie e socio-assistenziali, i farmacisti anche quelli operanti nelle parafarmacie e quanti operano in studi professionali.L’obbligo sussiste sino alla completa attuazione del piano strategico nazionale dei vaccini, già previsto dall’articolo 1, comma 457, della legge 30 dicembre 2020, n. 178, e comunque non oltre la data del 31 dicembre 2021.L’attuazione del piano viene affidata alle Regioni ed alle Provincie Autonome, alle quali gli Ordini professionali ed i datori di lavoro, entro cinque giorni dall’entrata in vigore del decreto-legge, dovranno inviare i nominativi e la residenza degli iscritti o dei dipendenti.La vaccinazione, gratuita, diventa requisito essenziale per l’esercizio della professione e per lo svolgimento delle prestazioni di lavoro.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore dell'articolo: Mimmo Pirracchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *