La Repubblica di San Marino attende il vaccino Sputnik V

La “variante inglese” è stata rilevata anche nella piccola Repubblica di San Marino come accertato dal laboratorio di analisi di Ancona. Risultano infatti quasi 3.500 le persone contagiate in totale con oltre 300 casi attivi a San Marino. Il mancato arrivo dei vaccini dopo l’accordo col Governo italiano ha spinto le autorità sanmarinesi ad autorizzare l’uso del vaccino russo Sputnik V all’interno del territorio. Nei prossimi giorni arriveranno le prime dosi ed è prevista la consegna di un secondo lotto per la somministrazione del richiamo con l’obiettivo di poter raggiungere la sperata “immunità di gregge”. Lo si apprende dal comunicato stampa del 19 febbraio a cura della Segreteria di Stato per gli Affari Esteri e per la Sanità e Sicurezza Sociale di San Marino a seguito del protocollo d’intesa sottoscritto con l’Istituto Nikolai Gamaleya di Mosca. San Marino è il 30° è paese al mondo ad approvare il vaccino Sputnik V con apposita procedura d’urgenza.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore dell'articolo: Mimmo Pirracchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *