Variante indiana Covid: in Italia divieto di ingresso dall’Asia

Il ministero della Salute, dopo il blocco dei voli aerei provenienti dall’India, ha imposto il divieto di ingresso da altri dell’Asia: si tratta dei paesi confinanti con l’India,ovvero Pakistan, Bangladesh e Sri Lanka come indicato nell’Ordinanza del 29 aprile. L’Istituto Lazzaro Spallanzani di Roma dovrebbe al più presto dare i risultati del sequenziamento dopo lo screening effettuato sulle 213 persone, tra passeggieri ed equipaggio, arrivate con il volo dall’India atterrato all’aeroporto di Fiumicino sul quale sono stati trovati 23 positivi su 213. Altri voli provientienti da New Dehli e diretti a Roma sono stato cancellati. In Italia la “variante indiana” comincia a destare ulteriori timori: la frazione Bella Farnia di Sabaudia, in provincia di Latina, con una grossa comunità indiana di Sikh, è stata dichiarata “zona rossa”: trovati 86 contagiati su 550 tamponi effettuati. Ancora lontano il passaggio verso la normalità per le Regioni italiane: la Valle d’Aosta da “zona arancione” passa a “zona rossa”, l’inverso si prevede per la Sardegna da “zona rossa” a “zona arancione”. Stabili le altre Regioni e le Provincie Autonome  di Trento e Bolzano.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore dell'articolo: Mimmo Pirracchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *